DETOX SULLE COLLINE DI MILANO, IN OLTREPO' PAVESE

Tra Castelli, Terme e Borghi

Quando gli impegni di lavoro in Milano oppure in una delle grandi città del Nord Italia ti costringono a trascorrere il fine settimana lontano dalla tua famiglia, approfitta dell'occasione per un weekend sulle colline di Milano,  in Oltrepò Pavese, con le suggestioni di una notte passata nel Castello di San Gaudenzio, tra le quattro torri merlate angolari tipiche architettura dei castelli quattrocenteschi in Lombardia.

La luce della  luna dell'Oltrepò filtra nelle belle monofore gotiche, ad arco o quadrate, e racconta l’antica trasformazione da maniero di difesa a residenza delle delizie, nelle sale che già furono teatro di sfarzosi balli e feste organizzate dalle nobili famiglie proprietarie.

Il tour continua con la visita all'Eremo di S.Alberto di Butrio e poi al Castello di Zavattarello con i suoi segreti millenari.

Tra degustazioni e cucina slow food.

Ovviamente d'obbligo il passaggio termale nella Grotta del Sale delle Terme di Salice oppure i trattamenti in quelle di Rivanazzano e poi la degustazione del Rile Nero, il Pinot Nero Riserva delle Cantine Marchese Adorno.

IL PROGRAMMA

SABATO ore 11,00 max arrivo al Castello di San Gaudenzio di Cervesina, check in e consegna bagagli.

Alle ore 12,00 partenza verso il Ristorante Casarini a Codevilla, accolto dal "benvenuto tipico in Oltrepò".  

Alle 15,00 circa potrai taggiungere l'Eremo di Sant'Alberto di Butrio . Una visita certamente interessante che avvicinerà alla successiva, al Castello di Zavattarello con una interessante visita guidata da una delle nostre bravissime guide, tra storie di fantasmi e battaglie, amori e vendette.  Rientro in hotel per un po' di relax in piscina e alle 20,30 circa cena al ristorante del Castello.

Pernottamento in Castello .

DOMENICA

Dopo la colazione, check out e partenza in tempo utile per raggiungere le  Terme di Rivanazzano, per un paio d'ore di percorso rilassante e ritemprante. Le terme di Rivanazzano da più di 100 anni, offrono ai loro clienti trattamenti e cure legati all’uso delle proprie acque. Le terme, sono tra le pochissime ad avere due sorgenti differenti di acqua:

Acqua Salsobromojodica (potere antinfiammatorio / antisettico) e l' Acqua Sulfurea (patologie dell’apparato respiratorio / allergie)   Vivi l’esperienza dei servizi unici della SPA: piscina, cascate, idromassaggi e cromoterapia, sauna finlandese, bagno turco, doccioni acqua nebulizzata, percorso vascolare e area fitness ottimamente attrezzata

 

Se preferisci, potrai scegliere anche le Terme di Salice. Dalla piscina termale con le sue due acque speciali teatro di benessere: percorso vascolare, cascate d'acqua ed efficaci soffioni per la cura dei disturbi cervicali ideali per soddisfare ogni esigenza.

L'immersione del corpo, parziale o totale, rappresenta un'eccellente cura da un punto di vista terapeutico ed estetico. L'acqua termale infatti è rinomata per le sue proprietà detergenti, astringenti e antisettiche, prodigiose per la cura della pelle.

Al tatto e alla vista gli effetti sono immediati: la pelle risulta fin da subito più luminosa, morbida e setosa.

Quindi un passaggio nella stanza del sale sarà una piacevole e sana sorpresa. E’ una terapia naturale (HALOTERAPIA) che prevede la nebulizzazione nell’ aria di fini particelle di sale che aiutano il corpo ad eliminare le tossine, migliorare i processi respiratori e che agisce con effetto sulla pelle. E’ consigliata a tutti, adulti e bambini, sportivi e anziani, un metodo conosciuto ed utilizzato già 2000 anni fa. e poi sauna, bagno turco, doccia e...relax!

Accappatoio e ciabatte saranno a vostra disposizione, mentre non dovrai dimenticare costume da bagno e cuffia per capelli (per tutti)

Lasciate le Terme una ricca degustazione al Ristorante Selvatico.

 

Il ristorante, è riferimento assoluto per la cucina locale tradizione che viene offerta insieme alla classica.

la padrona di casa, Piera Selvatico, è infatti appassionata cultrice della cucina tipica del territorio e ripone particolare cura nella ricerca degli ingredienti migliori e più genuini.

Ai fornelli la affianca la figlia Michela, autrice di pani e dolci inimitabili, mente l'altra figlia, Francesca e il marito Sergio Daglia , vi accoglieranno in sala, indirizzandovi con grande competenza nella scelta dei vini, non solo oltrepadani, della prestigiosa cantina, vero paradiso per enologi e buongustai.

Il pomeriggio prosegue con  la visita alla Cantina Marchese Adorno  a Retorbido, in Via Coriassa, 4. Una completa degustazione dei migliori vini e la storia della Cantina, di proprietà della Nobile famiglia Adorno dal 1834 concluderà il tuo week end in Oltrepò Pavese.

La famiglia Adorno, di cui il Marchese Marcello è l’ultimo discendente, ha origini antichissime. Documentata a Genova sin dal XIII secolo, la Casata diede i natali ad alcuni degli esponenti più rilevanti della vita pubblica genovese, tra i quali ben sette dogi. Alla scoperta dell’America, fu l’antenato Agostino ad ottenere dalla Spagna l’apertura dei porti spagnoli del Mediterraneo per le navi genovesi. Fu in Spagna che gli Adorno legarono il proprio nome alla produzione del vino Generalife, vino tipo Jerez da uve passite Pedro Ximenez, di cui la famiglia conserva ancora numerose bottiglie più che centenarie, gelosamente custodite nella loro cantina di Genova.

La tenuta di Retorbido fu acquistata dagli Adorno nel 1834 e sin d’allora ha sempre prodotto le varietà locali di Barbera e Cortese, con lavorazione tradizionale. Nel 1997, Marcello, spinto dalla passione per vini pregiati e dall’ impegno con la qualità, ha dato inizio alla ristrutturazione della cantina e ad un programma di acquisizione e ammodernamento dei vigneti, così da far divenire l’Azienda il punto di riferimento della migliore produzione vinicola oltrepadana.

 Gli ottanta ettari di vigneto della tenuta sono situati in due aree distinte: una buona parte giace attorno al paese di Retorbido, sui dolci declivi orientati a sud e ovest ed affacciati sulla fertile pianura padana; questi vigneti sono posizionati ad un’altitudine di 150 – 200 metri e sono caratterizzati da un suolo di origine alluvionale, con un alto contenuto di argilla.

Una seconda area si trova sui più ripidi declivi della Costa del Sole, ad un’altitudine che raggiunge i 350 metri; qui il suolo è ben drenato, bianco e ricco di calcare. Durante il ciclo vegetativo, i vigneti a bassa altitudine godono di maggiori temperature che consentono di portare a maturazione con facilità anche le varietà più tardive e, grazie all’ elevato contenuto in argilla dei terreni, producono vini ricchi e potenti. Le maggiori altitudini e le conseguenti maggiori escursioni termiche dei vigneti di Costa del Sole danno vini più nervosi, dai profumi complessi e di grande finezza.

Contattaci per definire il tuo programma e per permetterci di indicarti i costi per i servizi offerti.

La nostra quotazione comprenderà:

  • 1 pernottamento in camera doppia uso singola e prima colazione al Castello di San Gaudenzio ****
  • il pranzo del sabato con bevande
  • la visita dell'eremo di Sant'Alberto di Butrio
  • la visita guidata del castello di Zavattarello
  • la cena al castello di San Gaudenzio -menu' del territorio- bevande incluse
  • l'accesso al percorso delle Terme di Rivanazzano o di  Salice la domenica mattina
  • il pranzo con menu' degustazione bevande escluse al Ristorante Selvatico
  • la degustazione e  visita alle Cantine Marchese Adorno di Retorbido
  • l'assicurazione medico bagaglio

La nostra quotazione non comprenderà:

  • trasporti e trasferimenti
  • bevande al Ristorante Selvatico
  • extra di natura personale quanto non indicato ne “la quota comprende”

per informazioni e prenotazioni: info@promofast.it